Poesia – Aspettando la sera

Posted on 18/01/2012

0


Sono uscito presto questa mattina,
e non perché dovessi fare qualcosa di particolare,
solo questa stramaledetta insonnia,
che rende la notte cosi’ lunga,
e la giornata cosi’ difficile da immaginare.
Ma c’é un momento,
poco prima di dar per persa
ogni ora di sonno,
quando mi accingo ad uscire per
fingere di fare qualcosa,
dove tutto sembra cambiare aspetto.
Forse dovrei essere a letto,
o al lavoro,
e invece sto sorseggiando un cappuccio caldo
con un bombolone in mano.
Leggo un giornale ancora fresco,
dopo aver parcheggiato ai margini di una strada vuota.
Alla radio danno un concerto per archi
di non so ancora quale autore,
mentre il nero della notte comincia a lasciare
spazio all’azzurro del sole
che sta nascendo anche oggi.
Come ogni giorno.
Forse ho gli occhi pesti per le notti
passate a guardare il soffitto,
ma non c’é nessuno con cui incrociare
lo sguardo,
per questo mi sento cosi’ a mio agio.
Perdo cinque minuti ad osservare semplicemente
quest’attimo in cui la notte morente
si fonde con un nuovo caotico mattino,
prima di tornare sotto le coperte,
ad aspettare una nuova sera.

 

Annunci
Messo il tag: , , ,
Posted in: Poesia